Non dirmi che sai come si fa...fallo! - LUCIANACODISPOTI

Vai ai contenuti

Menu principale:

CHI SONO
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Non dirmi che sai come si fa…fallo!

“Sono un attrice – formatrice”  è così che mi presento tutte le volte che inizio un corso di formazione. A questa affermazione vedo negli occhi dei partecipanti uno sguardo incuriosito, alle volte scettico. Un’attrice che si occupa di Comunicazione Efficace, Public Speaking, Gestione dello stress, Benessere e Sicurezza in azienda? In risposta a quello sguardo io sorrido sempre, perché so che la giornata di lavoro sarà, come ogni volta, una piccola grande sfida. Sono un’attrice e mi occupo di formazione comportamentale con una metodologia esclusivamente esperienziale. Dopo quindici anni di attività teatrale e didattica in Italia e all’estero, per una serie di circostanze, circa dieci anni fa, sono approdata nel mondo della formazione aziendale. Non conoscevo bene il mondo delle aziende, ma più ci stavo a contatto e più mi affascinava; così diverso dal mondo da cui provenivo, mi dava l’opportunità di mettermi in gioco ed affrontare tante sfide diverse. Le domande ricorrenti erano: “riuscirò a parlare bene e catturare l’attenzione durante la mia presentazione?”  La mia risposta: certamente si può parlare bene e catturare l’attenzione, ma prima bisogna superare l’apnea ed il respiro corto, così frequenti nei luoghi di lavoro.“ Il mio problema è l’emotività, come si può bloccare?” L’emotività non si può eliminare, noi siamo emotività, bisogna imparare a gestirla.” Come faccio a non stressarmi con ritmi così frenetici di lavoro”, Quando si hanno ritmi sostenuti di lavoro bisogna ascoltare i segnali del corpo e scaricare le tensioni, saper attingere alle proprie energie, sapersi fermare e ricaricare. Cosa significa che la sicurezza è anche una responsabilità personale”, “ La sicurezza sul lavoro è anche padronanza di sé, equilibrio, prontezza nella risposta, tenere alto il livello di attenzione e non mettere a rischio se stessi e gli altri. Come si fa a costruire il benessere?” Il benessere è uno stato dell’essere che si trasmette attraverso la qualità  delle relazioni. Non può rimanere un fatto privato, solamente individuale. Mi sono accorta che la mia metodologia di lavoro poteva essere davvero utile. Ma spiegare non basta, bisogna mettere in pratica. La mia formazione ed esperienza di attrice mi è stata di grande aiuto. Sono abituata all’azione, allenata all’improvvisazione e costruisco un clima di lavoro piacevole che sostiene moltissimo l’apprendimento. I laboratori che propongo nei corsi permettono ai partecipanti di sperimentare in prima persona, di lavorare su se stessi, far emergere risorse nascoste e soprattutto scoprire nel corpo un grande ‘alleato’che sostiene e valorizza le capacità e le qualità personali e professionali. Sono, infatti convinta che noi non abbiamo un corpo, noi "siamo" il nostro corpo. In ogni corso la parte esperienziale consente ai partecipanti di appropriarsi di strumenti concreti, trasferibili nel contesto aziendale, e di soddisfare le domande iniziali talvolta anche dei più scettici. Quello che ancora continua a sorprendermi come attrice e insegnante, convinta che il respiro è parte integrante della comunicazione, è la mancanza di consapevolezza nei corsisti del proprio respiro e della sua importanza per un’adeguata gestione del corpo e per una buona integrazione mente - corpo. Le persone tendono per lo più a parlare trattenendo il respiro e non si accorgono di quanto questo renda inefficace la propria comunicazione e la capacità relazionale. Trattenere o limitare il respiro porta, infatti, una rigidità espressiva e non favorisce l’ascolto di sé e degli altri ma influenza negativamente le relazioni. I più non usano al meglio il respiro come fonte energetica e come strumento efficace per fronteggiare il rischio di stress sempre più presente in azienda per i ritmi accelerati di lavoro e per il cambiamento continuo di contesto. Ho così maturato una solida convinzione sulla quale baso il mio lavoro di formatrice: l’integrazione mente-corpo è il pilastro che sostiene l’efficacia dei comportamenti e quindi anche le performance aziendali. Sono così ‘approdata’ all’esperienza del Teatro d’impresa, per raccontare e rappresentare, diversi  aspetti e momenti di vita aziendale, attraverso il linguaggio diretto ed espressivo del teatro. La messa in scena con metafore, aneddoti, storie e tanto umorismo risulta così uno strumento di formazione prezioso, brillante, efficace occasione per riflettere sui propri e altrui comportamenti, certamente un potente mezzo di comunicazione e condivisione.

 
 
 


 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu