METODOLOGIA - LUCIANACODISPOTI

Vai ai contenuti

Menu principale:

 



Quanto più un contesto organizzativo è in continuo cambiamento, tanto più l’esigenza è quella di affrontare la realtà lavorativa sviluppando la capacità di contestualizzare e rielaborare tutte le informazioni a disposizione per creare nuovi scenari di azione in cui è necessario agire da Leader. Leader inteso nell’ accezione più ampia del termine, ossia chi promuove atteggiamenti e modalità di comportamento caratterizzati da valori e codici di responsabilità condivisi, chi si fa carico consapevolmente del proprio ruolo e del proprio specifico obiettivo organizzativo, portandolo avanti con autorevolezza e capacità di coinvolgimento.
Per fare questo il teatro può diventare lo strumento di formazione che offre ai partecipanti e agli spettatori la possibilità di riflettere sui propri e sugli altrui comportamenti in una modalità ludica ma allo stesso tempo di grande impatto, ed è inoltre una palestra formidabile per allenare e sperimentare le proprie risorse.
La ragione per cui ci affidiamo al Teatro per risolvere problemi legati al lavoro in azienda è quella di conoscere meglio noi stessi, le dinamiche di relazione e di comunicazione attraverso la rappresentazione di un sé nascosto che viene messo in luce con il gioco teatrale.
Nell’ azione teatrale, nel gioco delle maschere, nel role playing, possiamo infatti evidenziare dinamiche e problematiche che difficilmente riusciamo a riconoscere nel nostro quotidiano.
La finzione può far emergere la realtà non conosciuta e la verità non detta.
L’ironia e l’umorismo possono infatti essere  delle modalità espressive utili a canalizzare ed elaborare risposte comportamentali che indicano una buona padronanza delle emozioni sollecitate dal contesto organizzativo.
In particolare la tecnica dell’ improvvisazione teatrale allena le capacità di: ascolto; problem solving creativo; prendere decisioni in tempo reale; adattarsi a situazioni impreviste; ascoltare sé, gli altri e la situazione; trovare soluzioni e risposte rapide; collaborare; integrarsi e sentirsi parte del processo di costruzione comune del contesto.
La tecnica delle maschere espressive permette la rapida individuazione dei propri atteggiamenti limitanti nella relazione con l’altro.
Il Laboratorio è la scena ideale in cui ciascuno ha la possibilità di intuire, sperimentare e sfruttare nuove modalità espressive e comunicative. Lo spazio in cui riappropriarsi dell’istinto di rappresentazione. Essendo il Laboratorio una scena attiva in cui ogni partecipante sarà invitato a comunicare e a condividere le tecniche e le esperienze apprese, ogni momento laboratoriale sarà preceduto e concluso da un dibattito a scopo valutativo che consenta sia al conduttore che ai partecipanti di verificare il grado di evoluzione del proprio apprendimento e trarre le conclusioni sul lavoro svolto.


 
 


 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu